Copyright® I Pelosi - Vercelli PIVA 02614400022 All rights reserved.
Sito realizzato dalla Dreams Entertainment ACRI con il progetto Cultura Europa



IL CANE & IL GATTO










I Pelosi, offre tutto per il benessere psico-fisico del cane e del gatto. Dall'alimentazione al gioco, dagli accessori al trattamento di pulizia, sanificazione ambiente e parafarmacia.
I PELOSI ha selezionato le migliori marche e la qualità più assoluta per garantire quanto di meglio il mercato offre.




CANE

ALIMENTAZIONE: La nutrizione ha un impatto enorme sulla funzione immunitaria del cane. Un sistema immunitario sano nei cani, come in qualsiasi specie, è di vitale importanza per la sopravvivenza. Questo perché difende il corpo contro l'aggressione di organismi estranei, come batteri, virus e parassiti, e dalle cellule tumorali.
L'alimentazione, dicevamo, è importante nel mantenimento di una corretta risposta immunitaria. Un cane alimentato con una dieta sana, completa, equilibrata e di qualità, raramente avrà carenze nutrizionali, ma in realtà sono davvero pochi i cani che ricevono cibo proveniente esclusivamente da una alimentazione prestabilita e ben bilanciata.

Oggi giorno gli animali da compagnia sono ben nutriti, tuttavia è la composizione dei nutrienti della dieta che fa la differenza. Ad esempio l'eccesso di determinate sostanze può influenzare la funzione immunitaria, la vitamina E migliorerebbe le risposte immunitarie, mentre l'assunzione eccessiva di altri nutrienti, come la vitamina A, lo zinco ed il ferro, possono indurre immunodeficienze.

Allo stesso modo, le carenze nutrizionali possono essere associate con un indebolimento delle capacità difensive del sistema immunitario. Questo accade ad esempio quando c'è carenza di zinco, selenio, ferro, rame, vitamine A, C, E, B6, proteine e acido folico.
Il contenuto proteico della dieta è importante, perché cani all'apparenza sani e in forma che hanno carenza proteica sono più sensibili allo stress dei batteri e alle infezioni virali e possono avere maggiori difficoltà a recuperare le forze dopo un trauma fisico.
Poiché la maggior parte delle risposte immunitarie, come ad esempio la produzione di anticorpi, richiedono la sintesi delle proteine da aminoacidi essenziali, è facile capire perché un deficit di proteina interferisce con la funzione immunitaria ottimale.
I cani adulti dovrebbero seguire una dieta contenente proteine almeno per il 20-25 per cento delle calorie metabolizzabili, vale a dire quelle a disposizione di un cane dopo lo smaltimento di feci e urine.

GIOCO: Il gioco è una componente fondamentale nella vita di ogni cane e, come accade per l'uomo, resta tale anche nell'età adulta. Giocare per lui può rappresentare uno svago, una benefica attività fisica, un modo per tenere in allenamento la mente, non diversamente da ciò che rappresenta per l'uomo.
Ma il modo in cui giochiamo con il nostro cane può fare una grande differenza.
Giocare in modo corretto con lui può:
- rafforzare il suo legame con il proprietario
- renderlo un cane più responsabile
- aumentare la sua capacità di autocontrollo quando è emotivamente eccitato
- favorire la sua socializzazione
- fargli apprendere le regole dell'organizzazione sociale
- radicare in lui la fiducia nel proprietario e quindi accrescere la sua volontà di rispondere ai comandi
L'unione di "gioco ed educazione" può essere ottenuta se, quando giochiamo con il nostro cane, noi per primi consideriamo il gioco un'attività importante e seria e teniamo ben presenti alcuni punti, da considerare delle vere e proprie "regole":
- le sessioni di gioco devono avere una durata prestabilita e decisa da noi
- al termine della sessione, il giocattolo (palla, corda, anello …) deve restare nelle nostre mani e non tra i suoi denti
- dobbiamo valutare il temperamento del nostro cane e scegliere il tipo di attività più adatta a lui: un cane eccessivamente "sfrenato" non avrà bisogno di giochi che lo agitino ulteriormente; per un cane dall'indole pigra, al contrario, risulteranno più adatti giochi molto stimolanti
- è necessario cambiare spesso il tipo di gioco e non insistere sempre con i suoi preferiti che, alla fine, rischierebbe di annoiarlo
- è preferibile avere più giochi a disposizione, ma utilizzarne non più di 3-4 per ciascuna sessione. Non occorre acquistarne continuamente di nuovi, si possono usare anche giochi "vecchi", ma che si siano fatti "sparire" per qualche tempo
- per lo stesso motivo, terminata la sessione di gioco, i giocattoli dovranno essere riposti in un luogo non accessibile al cane.

Nonostante esistano giocattoli con cui il cane può intrattenersi da solo, le migliori attività ludiche restano quelle in cui interagisce con noi.
Ricordiamo, infine, che anche i cani anziani, sebbene siano più lenti nei movimenti e meno resistenti, hanno voglia di giocare. Naturalmente, nel loro caso, gli stimoli ludici dovranno essere commisurati alle loro possibilità di risposta.



                                                                       
GATTO

ALIMENTAZIONE: Il gatto è un carnivoro molto esigente!
La natura lo ha dotato della dentatura adatta a soddisfare i suoi gusti, che sono piuttosto difficili.
La sua alimentazione richiede una grande quantità di proteine, soprattutto di origine animale, e infatti il micio solitamente è attratto da carne di pollo, cavallo, manzo, maiale, pesce, frattaglie (ama particolarmente il fegato, che però va somministrato con cautela per evitare i rischi di un'ipervitaminosi A). Le sue preferenze alimentari sono innate e sono legate alle caratteristiche fisiologiche e anatomiche.
Tuttavia, anche gli alimenti di origine vegetale (cereali, frutta, verdura), sebbene non rientrino nei gusti del micio, sono di fondamentale importanza per la sua salute, perciò è bene abituarlo fin da piccolo ad un'alimentazione sana ed equilibrata. Offrire una dieta a base di sola carne o pesce significa non fornire all'animale tutti gli elementi nutritivi di cui ha bisogno.
Cibo secco o umido?
Da I Pelosi, trovi le migliori marche, le più accreditate dagli addetti ai lavori.


GIOCO: Il gioco è uno sfogo vitale per l'istinto felino alla caccia. Si devono offrire ai gatti piccoli oggetti che si muovono rapidamente su cui possano esercitare la loro abilità nello scovare, tendere gli agguati compiere balzi sulla preda. Si deve dare loro la possibilità di poter prendere e catturare queste finte prede ed i giochi devono essere adatti allo scopo. Non si deve assolutamente correre il rischio che si scheggino o si rompano quando il gatto li afferra e devono avere una combinazione particolare di suoni e movimenti atti ad evocare l'istinto alla caccia. Palline colorate contenenti un campanellino o giochini sospesi possono suscitare un grande interesse.
In natura i gatti trascorrono fino a 6 ore al giorno cacciando e per i gatti che vivono esclusivamente in casa, il gioco deve occuparli per un tempo equivalente. Se si decide di non far uscire mai il gatto da casa, si deve essere preparati a dedicare una considerevole parte del nostro tempo libero, in questa attività.